CONSORZIO ASSODOM - Consorizio dell' IT

 

Generali
  1. Quando avrà inizio il 'periodo di sunrise'? Quando potrò diventare un registrar accreditato?
  2. Quando sarà possibile registrare i nomi a dominio .eu?
  3. Chi ha diritto a registrare un nome a dominio .eu?
  4. Posso pre-registrare un nome a dominio .eu con EURid?
  5. Posso registrare un nome a dominio .eu direttamente con EURid?
  6. Come si potranno riconoscere i registrar .eu accreditati?
  7. Quanto costerà registrare un nome a dominio .eu?
  8. Ci sono al momento opportunità di lavoro all'interno di EURid ?
  9. I comunicati stampa, i documenti importanti e il sito web di EURid saranno disponibili in altre lingue oltre all'inglese?
  10. Posso proteggere il mio nome a dominio .eu dalla registrazione abusiva?
  11. Ho notato che alcune compagnie offrono (gratis) servizi di pre-registrazione per i nomi a dominio .eu. Queste pre-registrazioni sono ufficiali?
  12. Dove posso trovare ulteriori informazioni riguardanti la creazione del Top Level Domain .eu?
  13. Possiedo un marchio commerciale comunitario UE ma la mia azienda ha sede al di fuori dell'UE. Posso registrare un nome a dominio .eu?
  1. L'accreditamento dei Registrar è iniziato il 16 giugno 2005. La lista dei registrar .eu è consultabile qui.

    Speriamo di dare inizio al 'periodo di sunrise' (solo enti pubblici e detentori di diritti preesistenti potranno registrare i loro nomi) nell'ultimo trimestre del 2005.  Le registrazioni generali inizieranno subito dopo il periodo di 'sunrise' di 4 mesi.

  2. Abbiamo elaborato un calendario di massima che stabilisce i compiti principali da eseguire e stima la durata indicativa di ogni fase dopo la firma del contratto, fino all'avvio delle registrazioni.

  3. Il Regolamento CE No 733/2002 del 22 Aprile 2002 relativo all'implementazione del Topo Level Domain .eu determina chi potrà richiedere un nome a dominio .eu.


     Le seguenti categorie di aziende, organizzazioni, e individui potranno registrare un nome a dominio .eu:

    • qualsiasi impresa che abbia la propria sede legale, amministrazione centrale  o sede di affari principale nel territorio della Comunità europea;
    • qualsiasi organizzazione stabilita nel territorio della Comunità europea fatta salva l'applicazione della normativa nazionale;
    • qualsiasi persona fisica residente nel territorio della Comunità europea.

    Il testo completo del Regolamento CE 733/2002 può essere consultato qui.

  4. A partire dal 16 giugno 2005, EURid ha iniziato ad accreditare una rete di registrar .eu e da allora pubblica un elenco di registrar accreditati sul nostro sito web. Coloro che desiderano un nome a dominio .eu devono necessariamente scegliere uno di questi registrar per richiedere un nome a dominio. Una volta che i registrar .eu sono accreditati hanno il permesso di accettare pre-registrazioni  per i loro clienti. All'inizio delle registrazioni effettive, essi inseriranno le loro pre-registrazioni nei sistemi automatici di EURid  per l'elaborazione. Nel caso in cui alcuni nomi a dominio siano pre-registrati più volte, i sistemi automatici stabiliranno secondo il criterio "first come, first served" quale pre-registrazione potrà eventualmente portare ad una registrazione definitiva (il notevole carico di richieste simultanee contribuirà a generare un effetto di casualità).

    Coloro che 'pre-registrano' un nome a dominio dovrebbero considerare che si tratta unicamente di una richiesta provvisoria fino a che non saranno disponibili i termini e le condizioni degli accordi per i registrant. Tutti i detentori di nomi a dominio .eu dovranno accettare formalmente tali termini e condizioni prima che i loro nomi possano essere registrati. Nel momento in cui il .eu diventerà operativo il vostro registrar dovrebbe richiedevi il consenso prima di inoltrarci la vostra domanda di registrazione. I termini e le condizioni per i registrant saranno pubblicati durante l'estate 2005.

    Inizialmente ci sarà un periodo di sunrise per consentire ad enti pubblici e detentori di alcuni diritti preesistenti di registrare i loro nomi. Il periodo di ‘sunrise' sarà composto da due fasi consecutive ognuna delle quali della durata di due mesi. L'inizio del " periodo di sunrise " sarà annunciato da EURid con largo anticipo al fine di fornire un lasso di tempo sufficiente per l'inserimento delle richieste.

    Se effettuate una pre-registrazione di un nome a dominio sul quale non avete diritti preesistenti, dovreste essere consapevoli del fatto che tale dominio potrebbe essere assegnato durante il periodo di ‘sunrise' ad un altro richiedente che ne ha diritto.

    Per essere aggiornati sul " periodo di sunrise " si consiglia di visitare regolarmente il sito principale di EURid.

  5. No. Il Regolamento CE No 733/2002 del 22 Aprile 2002 sull'implementazione del Top Level Domain .eu determina che il registro del .eu  non agirà come registrar.

    EURid definirà una rete di registrar .eu che avranno accesso ai sistemi automatici di EURid per diversi tipi di transazioni (nuove registrazioni, aggiornamenti, trasferimenti) per conto dei loro clienti.

    Aziende e individui che desiderano registrare un  nome a dominio .eu dovranno effettuare le loro richieste tramite uno dei suddetti registrar .eu. Tutti i registrar .eu accreditati saranno elencati sul sito web di EURid.

     

  6. Tutti i registrar .eu saranno elencati sul sito web di EURid  con l'indicazione della lingua(e) nella quale offrono i servizi. Selezionando il nome del registrar sarete diretti automaticamente al sito web del registrar.

  7. Nella risposta alla Convocazione di manifestazione di interesse per la selezione del Registro del TLD .eu, EURid ha proposto una quota di registrazione di  € 10 (IVA esclusa) per il primo anno di operatività. Questo è il prezzo che verrà addebitato da EURid ai  registrar .eu e non include i servizi aggiuntivi che il registrar offre al suo cliente. Pertanto si suppone che il prezzo finale al pubblico addebitato dai registrar sarà più alto.

    È intenzione di  EURid abbassare la quota di registrazione a  € 5 per il secondo anno di funzionamento se il numero delle registrazioni (e relativi profitti) lo permette.

  8. Si, si prega di consultare la pagina delle offerte di lavoro.


    Coloro che sono interessati a lavorare per EURid e sono in possesso dei requisiti, dell'esperienza e del profilo necessari per lavorare nell'ambito di  un registro possono inviare le loro lettere di presentazione e il CV a job (at) eurid .eu

  9. Si. EURid al momento sta valutando come divulgare le informazioni importanti in altre lingue dell'UE.

    In ogni caso, durante il periodo iniziale e per un tempo limitato EURid comunicherà principalmente in inglese.

    È nostra intenzione avere tutti i documenti essenziali come il contratto per i registrar, i termini e le condizioni di registrazione e il codice di condotta tradotti in tutte le lingue ufficiali UE. Altre informazioni importanti, comunicati stampa e una gran parte del sito web di  EURid saranno disponibili nelle principali lingue commerciali dell'UE.

  10. Si. Prima dell'inizio delle registrazioni effettive sotto il .eu ci sarà il cosiddetto periodo di  ‘sunrise'. Durante questo periodo gli enti pubblici e i detentori di alcuni diritti (ad es. detentori di marchi commerciali) avranno l'opportunità di fare richiesta di registrazione per il corrispondente nome a dominio .eu. Il periodo di ‘sunrise' sarà composto da due fasi consecutive ognuna delle quali della durata di due mesi.


     Durante la fase 1 solo nomi a dominio corrispondenti a:

    • Il nome completo di un ente pubblico
    • L'acronimo comunemente utilizzato dall'ente pubblico
    • Se applicabile, il nome del territorio amministrato da un ente pubblico
    • I marchi nazionali e i marchi comunitari dell'UE registrati
    • Le indicazioni geografiche

    potranno essere richiesti da parte degli enti pubblici o dei detentori/titolari del marchio registrato.

    Durante la fase  2 si potranno richiedere solo nomi a dominio corrispondenti a:

    • I  nomi elencati nella fase  1
    • Altri diritti protetti dalla legge nazionale dello Stato membro nel quale sono detenuti come:
      • I nomi di aziende
      • Gli  identificatori di aziende
      • I titoli distintivi di opere letterarie o artistiche protette
      • I marchi commerciali non registrati
      • I nomi commerciali

    È importante ricordare che non tutti gli Stati membri riconoscono i diritti sopraelencati. Ai richiedenti sarà richiesto di fornire i fondamenti legali che garantiscono il diritto secondo la normativa comunitaria o la legge nazionale dello Stato membro dove il diritto è detenuto e di fornire le prove documentarie riconosciute per dimostrare il diritto secondo tale legislazione.

    Queste richieste saranno  valutate dagli Agenti di convalida designati e in caso di approvazione, la registrazione definitiva del corrispondente nome a dominio .eu verrà effettuata automaticamente tramite il registrar accreditato .eu scelto dal richiedente.

    L'inizio del " periodo di sunrise " sarà annunciato da EURid con largo anticipo al fine di fornire un lasso di tempo sufficiente per l'inserimento delle richieste. Per essere aggiornati sul " periodo di sunrise " si consiglia di visitare il  sito principale di EURid (www.eurid.it) regolarmente.

    Una volta chiuso il  'periodo di sunrise' e dato inizio alle registrazioni effettive, i domini verranno assegnati secondo il criterio "first come, first served". Se, per qualche motivo, avete perso l'opportunità di  effettuare una registrazione cautelativa durante il  'periodo di sunrise' e il vostro dominio è stato registrato da qualcun altro, avete ancora la possibilità di reclamarlo mediante un procedimento di risoluzione extragiudiziale delle controversie.

    È possibile avere maggiori informazioni sulle regole del 'periodo di sunrise' consultando le Regole di Politica Pubblica della Commissione Europea disponibili in varie lingue europee.

  11. Al momento non è ancora possibile registrare un nome a dominio .eu né effettuare una pre-registrazione ufficiale per quel tale dominio.

    Una volta che i registrar .eu  vengono accreditati, gli è consentito accettare pre-registrazioni per i loro clienti. All'inizio delle registrazioni effettive, i registrar inseriranno le loro pre-registrazioni nei sistemi automatici di  EURid per l'elaborazione. Nei casi in cui alcuni nomi a dominio siano pre-registrati più volte, i sistemi automatici stabiliranno secondo il criterio "first come, first served" quale pre-registrazione potrà eventualmente portare ad una registrazione definitiva (il notevole carico di richieste simultanee contribuirà a generare un effetto di casualità).

    Coloro che 'pre-registrano' un nome a dominio dovrebbero considerare che si tratta unicamente di una richiesta provvisoria fino a che non saranno disponibili i termini e le condizioni degli accordi per i Registrant.  Tutti i detentori di nomi a dominio .eu dovranno accettare formalmente tali termini e condizioni prima che i loro nomi possano essere registrati. 
     
    Prima dell'inizio delle registrazioni sotto il .eu ci sarà inoltre il cosiddetto 'periodo di sunrise'. Durante questo periodo i detentori di alcuni diritti (ad es. i detentori di  marchi commerciali) avranno l'opportunità di fare richiesta di registrazione per il corrispondente nome a dominio .eu. Se effettuate una pre-registrazione di un nome a dominio  sul quale non avete diritti preesistenti, dovreste essere consapevoli del fatto che esso potrebbe essere registrato durante il 'periodo di sunrise' da un altro richiedente con diritti preesistenti su quel nome e che la pre-registrazione non vi garantisce che otterrete quel determinato nome a dominio

    Tempo fa siamo venuti a conoscenza del fatto che un certo numero di aziende avevano già iniziato ad offrire servizi di pre-registrazione. Queste pre-registrazioni non hanno carattere ufficiale di nessun genere e non vi è assolutamente nessuna garanzia che voi riusciate a registrare il nome a dominio corrispondente quando le registrazioni diverranno effettive. Inoltre, se un'azienda che offre servizi di pre-registrazione non diventa un registrar accreditato di EURid, essa sarà tenuta a trasferire tutte le sue pre-registrazioni ad un registrar accreditato. Tutte le pre-registrazioni dovranno essere inserite nei sistemi automatici di EURid prima dell'inizio ufficiale delle registrazioni effettive sotto il .eu (e dopo la chiusura del  ‘periodo di sunrise') e saranno processate al momento in cui il .eu darà inizio alle registrazioni effettive. Nei casi in cui alcuni nomi a dominio siano pre-registrati più volte, i sistemi automatici stabiliranno secondo il criterio "first come, first served" quale pre-registrazione potrà eventualmente portare ad una registrazione definitiva. .
    Nel caso in cui riteneste di accettare alcune offerte di pre-registrazione dalle compagnie precedentemente menzionate, vi raccomandiamo di considerare quanto segue:

    • Quale politica adotterà il registrar nel caso in cui vengano ricevute più richieste per lo stesso dominio? Sarà sottomessa al registro solo una richiesta di registrazione per la prima domanda ricevuta, o sarà adottata una politica differente?
    • È necessario pagare il  registrar per effettuare le pre-registrazioni  o il pagamento viene effettuato solo in caso di registrazione di un nome a dominio andata a buon fine?
    • Le pre-registrazioni non danno assolutamente nessuna garanzia del fatto che otterrete effettivamente un nome a dominio .eu
    • Al momento non sappiamo ancora la data entro la quale entreranno effettivamente in vigore le registrazioni sotto il dominio .eu


  12. L'iniziativa di creare un dominio di primo livello .eu è partita dalla Commissione Europea. Il retroscena informativo relativo alle varie fasi di implementazione e il riferimento ai documenti legali e alle normative riguardanti il .eu possono essere consultati sui seguenti siti web:


    http://europa.eu.int/information_society/index_en.htm Inglese
    http://europa.eu.int/information_society/index_fr.htm Francese
    http://europa.eu.int/information_society/index_de.htm Tedesco
    http://europa.eu.int/information_society/index_es.htm Spagnolo
    http://europa.eu.int/information_society/index_it.htm Italiano

  13. No. Il regolamento CE No 733/2002 stabilisce che solo le seguenti categorie di aziende, organizzazioni e individui possono registrare un nome a dominio .eu:


    1. Le imprese che abbiano la propria sede legale, amministrazione centrale o sede di affari principale  nel territorio della Comunità Europea;
    2. Le organizzazioni  stabilite nel territorio della Comunità europea fatta salva l'applicazione delle normative nazionali;
    3. Le persone fisiche residenti nel territorio della Comunità europea.


    Il testo completo del Regolamento CE  733/2002 può essere consultato  qui.


CONSORZIO ASSODOM - Viale Gran Sasso, 11 - 20131 Milano - Italy - C.F. e P.IVA: IT02676930981
Telefono: +39.02320620990 (casella vocale) - Fax: +39.0293650998 - e-mail consorzio@assodom.it - PEC assodom@pec.assodom.it

Tutti i diritti sono riservati - Note Legali - Privacy - Help